AlessioBaroncini.it
Dalle SocietàSoft. Serie A2

Le White Tigers fermano il Longbridge

Ospiti domenica scorsa all’Ugo Pisa le ragazze del Longbridge, squadra fortissima in piena lotta per un posto playoff. Impegno probante quindi quello che attendeva le White Tigers.

In gara 1 si sono affrontate le batterie composte da Mara Papucci e Tamara Alberti per le padrone di casa e Roberta Colombo e Chiara Margareci per le ospiti. Miglior inizio non ci poteva essere per le bianconere che mettevano subito a segno due punti con Giulia Moretto e Carla Bassi spinte a casa da un triplo di Mara Papucci e poi nel secondo inning allungavano ulteriormente grazie a Giulia Catalano, Mery Fabbrini e Giulia Moretto. 5 – 0 e già 6 valide per le massesi al secondo inning e quindi cambio di lanciatore in casa emiliana con Giada Zorzati chiamata a provare a sistemare le cose. Dopo una terza ripresa di “riposo” al quarto le bolognesi iniziavano a macinare gioco in attacco e trovavano un punto con Alice Paciello mentre Sara Colombo, autrice di un doppio, veniva fermata solo da una bella presa al volo di Giulia Moretto. La replica delle Tigri però non si faceva attendere e prima Martina Di Benedetto su doppio di Tamara Alberti e poi Mara Papucci grazie a un singolo di Sol Turlione portvano lo score sul 7 – 1 a fine quarto. Ma quando si gioca contro la prima in classifica non si deve mai abbassare la guardia ed infatti le ospiti reagivano rabbiosamente e Sveva Moggi, Giada Acanfora, Alice Paciello ( su errori della difesa ), Ilaria Nanni e Sara Casadio ( grazie a valide ) costruivano un big inning che riapriva di fatto la contesa sul 7 – 6. L’inerzia del match sembrava completamente cambiata ma le Tigri avevano il merito di non subire il colpo e ritrovare immediatamente la concentrazione. Se in attacco le bianconere non pungevano più ( a parte un doppio di Martina Di Benedetto ) in difesa tornavano a essere fredde e precise e non concedevano altri punti alle ospiti nonostante al sesto le bolognesi fossero arrivate ad occupare seconda e terza base. Alla fine dopo una battaglia di oltre due ore gara uno terminava sul 7 – 6 per il Massa con le ragazze di casa felici per un successo sulla carta insperato e per essersi riprese quanto fu gettato via in gara 1 dell’andata. Alla fine ben 12 valide per le nostre e ottima prova difensiva generale con l’ unico neo di 4 errori, quasi tutti concentrati nel quarto inning, che hanno permesso alle fortitudine di rientrare prepotentemente in partita.

Dopo la solita pausa è iniziata gara 2 che ha visto contrapposte in pedana Giulia Moretto, ricevuta da Tamara Alberti e Emma Carati, con cathcer Chiara Margareci. Non c’è stata partita praticamente fin da subito con le massesi stanche e appagate e le bolognesi grintosissime e determinate a portarsi a casa il match a tutti i costi. Sarah Bortolotti, autrice di un triplo e Sveva Moggi hanno sbloccato subito il punteggio e poi al secondo sono arrivati altri 5 punti con Sara Casadio, Ilaria Bellelli, Elisa Minarelli e alla fine Sveva Moggi spinta a casa da un homerun di Giada Acanfora. A questo punto c’è stata quanto meno una reazione di orgoglio delle Tigri che con Mara Papucci hanno realizzato il punto del momentaneo 1 – 7. Al quarto le fortitudine sono tornare a segnare con Elisa Minarelli, Sarah Bortolotti ( autrice di un triplo ), Sveva Moggi ( triplo anche per lei ) e Giada Acanfora, questa dopo che Mery Fabbrini aveva rilevato in pedana una stanchissima Giulia Moretto. Il match si è chiuso dopo che la neoentrata Letizia Pucci si è resa protagonista di un bel doppio che però non è valso a prolungare l’incontro. Score finale 11 – 1 per il Longbridge. Alla fine grande contentezza in casa White Tigers per una vittoria importantissima, ottenuta con le unghie e con i denti, che permette alle nostre di sperare sempre in ottica salvezza.

Negli altri incontri sweep della Castionese su un incerottatissimo Nettuno e di Rovigo su Ronchi. La classifica vede una grande lotta a tre al vertice tra Rovigo ( 12 – 4 ), Longbridge ( 13 – 5 ) e Castionese ( 14 – 6 ) mentre in coda Massa ( 6 – 14 ) si avvicina a Ronchi ( 6 – 12 ) con Lucca ( 3 – 13 ) che riposava. Solo Nettuno ( 10 – 10 ) può pensare a un finale di stagione senza patemi. Prossimo turno con le Tigri che affronteranno nuovamente sul diamante di casa una lanciatissima Castionese.

Ringraziamo le White Tigers e Fabrizio Belli per il racconto